PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA

Provincia Regionale di Catania

Assessorato politiche di valorizzazione dell'Etna


Parco Etna, telecamere contro le discariche, Natale in Provincia 2008, Castiglione in visita ufficiale a Maletto, Il Piano per la rete viaria, Incontro con gli amministratori di Maletto, Visita ufficiale del Presidente a Bronte, Premio Sharp, terza edizione, I primi due mesi di Castiglione, Etna come fonte di sviluppo, a confronto le iniziative legislative, Spazzaneve per 4 Comuni, Premio letterario "William Sharp", Il campionato dei boscaioli ai piedi dell’Etna, Maratona dal mare all'Etna, Il «Vespa tour» sull'Etna, Il pistacchio al Cibus, La Montagna... in città, Premio letterario W. Sharp, Una risorsa chiamata montagna…, Pacchetto turistico Etna, Bandiera Unesco sull'Etna, Catania capitale europea dei vulcani, Grand Tour

Ti trovi in: Home-> News da Bronte -> dalla Provincia

 
9 Dicembre 2008

TUTTO SARA' ALL'INSEGNA DELLA SOBRIETA'

Natale in provincia 2008

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE Le tradizioni cristiane e quelle popolari in primo piano nel programma presentato dal presidente dell’Amministrazione provinciale di Catania, on. Giuseppe Castiglione, denominato Natale in Provincia 2008. Un’unica regia, con il supporto di idee fornite dagli assessori, dai consiglieri provinciali e dai dirigenti dell’Ente, ha permesso di distribuire su tutto il territorio provinciale, compresa la città di Catania, le manifestazioni dell’imminente periodo natalizio.

“Abbiamo coinvolto tutti i Comuni della provincia con la finalità di riportare il Natale nella tradizione cristiana – ha affermato il presidente Giuseppe Castiglione - e all’insegna della solidarietà; per questo ringrazio la Croce Rossa, la Caritas e la Comunità di Sant’Egidio che giovedì 25 dicembre si è resa disponibile per il pranzo offerto ai meno abbienti. Non ci saranno né mega concerti, né finanziamenti economici per grandi iniziative; tutto sarà all’insegna della sobrietà a causa delle ristrettezze economiche. Puntiamo sulla valorizzazione dei presepi e sulle rappresentazioni di musica classica e gospel, per la quale organizzazione nei vari Comuni ringrazio le Pro Loco che hanno partecipato fattivamente collaborando anche con le Parrocchie”.

I “ciarameddari” di Maletto con i loro caratteristici strumenti a fiato, esalteranno le musiche, gli usi e i costumi delle antiche tradizioni popolari dedicate alla Navità; gli studenti dei licei musicali si esibiranno in concerti nelle chiese; gli anziani avranno dedicati due pomeriggi d’intrattenimento nell’Auditorium delle Ciminiere; il presepe monumentale di terracotta già esposto negli ultimi anni nella chiesa di Saint Surplice di Parigi sarà allestito e messo in mostra alle Ciminiere.

“Manuela Villa sarà ospite dell’Auditorium delle Ciminiere – ha detto l’assessore allo Sviluppo economico, Massimo Pesce – con un repertorio di musiche natalizie nella sua prima tappa canora dell’Isola.

Alle Ciminiere, dal 19 dicembre al 6 gennaio sarà possibile anche visitare gli stand allestiti dai migliori artigiani del territorio provinciale, e in particolare una sezione dedicata all’antiquariato”.

Un plauso all’iniziativa è stato esternato anche dal presidente del Consiglio, Giovanni Leonardi, che ha apprezzato la formula della gestione corale per la formulazione delle iniziative natalizie. “Un calendario pregevole – ha detto Leonardi – che si propone di regalare serenità della quale, in questo momento di ristrettezze economiche, abbiamo tutti bisogno”.

Questi gli spettacoli previsti a Bronte, Maletto e Maniace

Bronte: 14 Dicembre, ore 20,00 - Palazzetto dello Sport: Note nella Notte …in Provincia / 20/21 Dicembre, ore 16,00 – Per le vie del centro: Cori e nenie natalizie / 28 Dicembre, ore 19,30: Teatro comunale: Concerto di Natale

Maletto: 25 Dicembre, ore 11,00 – Centro città: L’elicottero di Babbo Natale

Maniace: 27 Dicembre, ore 19,30 - Centro sociale: Spettacolo di musica leggera


14 Novembre 2008

La Provincia Regionale di Catania prima tra Sicilia e Calabria a essersi dotata di un piano per la rete viaria secondaria: in «premio» fondi per 52,5 milioni di euro

Castiglione: «Primo mantenere gli impegni»

L’orgoglio e gli obiettivi del presidente: «La realizzazione di infrastrutture efficienti priorità per lo sviluppo e la qualità della vita»

“Un'Amministrazione che mantiene gli impegni assunti”. Così il presidente della Provincia regionale di Catania, Giuseppe Castiglione illustrando con orgoglio il piano di interventi sulla viabilità. ”Il piano di ammodernamento e potenziamento della viabilità provinciale secondaria -spiega - rappresenta il primo di una serie di interventi concreti, che caratte­rizzano il modus operandi di questa Ammini­strazione. La provincia di Catania è stata la prima, in Sicilia e in Calabria, ad essersi dotata di un piano per la rete viaria secondaria, così come previsto dalle direttive dell'Unione europea e del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, e ad avere pertanto ottenuto le risorse dallo Stato e dal Programma operativo Fesr Sicilia 2007-2013.
La capacità di intervenire con immediatezza nella risoluzione delle questioni che più interessano i cittadini qualifica la gestione di un Ente, soprattutto quando essa si distingue per la tutela e la sicurezza dei propri cittadini e per il miglioramento dei servizi offerti”.
“La rete stradale provinciale è lunga ben oltre 2000 km - prosegue il presidente Castiglione – il cattivo stato di manutenzione pregiudica la sicurezza di coloro che la percorrono. Nella nostra provincia è infatti alta la frequenza degli incidenti stradali che coinvolgono lavoratori in servizio o che compiono il tragitto casa-lavoro e viceversa. Probabilmente, a tale drammatico risultato, contribuisce la cattiva qualità della manutenzione stradale, l'approssimazione della segnaletica e la scarsità dei controlli sulle nostre strade provinciali e comunali.

La provincia di Catania - sottolinea il Presidente - punta a rispondere alle finalità individuate dal programma di azione comunitario 2007/2013 in materia di sicurezza stradale, il cui obiettivo, entro il 2010, è la riduzione del 50% della mortalità a causa di incidenti stradali”. “Gli interventi pianificati sono stati stabiliti in base alle criticità dell'intero asse viario, e sono strategici per la sicurezza stradale degli automo­bilisti, in quanto si eliminerebbero, o comunque si ridurrebbero notevolmente, le condizioni di pericolo per gli gli utenti di quegli snodi viari; ma a questo - sottolinea ancora Castiglione - si aggiungono altrettanti fondamentali obiettivi per lo sviluppo del territorio provinciale”.

Fra i traguardi che il Piano si pone è possibile individuare il miglioramento dell'accessibilità alle aree interne e, nel contempo, il collegamento di queste con le aree produttive e metropolitane.

“Inoltre - continua Castiglione - garantire la percorribilità e la velocizzazione degli itinerari incre­menta l'accessibilità ai servizi essenziali della sanità, dell'istruzione e dell'inclusione sociale, ivi compresi gli asili nido. Da questo quadro si evince come lo sviluppo di una provincia passi neces­sariamente attraverso l'ammodernamento della sua rete viaria”. Gli interventi prevedono inoltre l'uso di materiali e tecnologie ad elevato contenuto ambientale. “La scelta operata è conferma dell'attitudine al buon governo da parte di un'Amministrazione che in maniera oculata e sollecita risponde alle istanze del territorio.

Con le risorse messe a nostra disposizione (52,500 milioni in tre rate) e con la qualità progettuale che la nostra struttura tecnica è in grado di esprimere siamo ora pronti a mettere in campo altri fondamentali interventi per abbattere i residui rischi che ancora gravano su alcune arterie strategiche per lo sviluppo della provincia di Catania. Ed è questo il traguardo che ci poniamo per la programmazione 2007-2013, e per il cui raggiungimento, oltre le somme già deliberate, la Provincia di Catania chiede le risorse liberate dal Por Sicilia 2000-2006”.

“Il nostro obiettivo – continua il Presidente della Provincia - è di giungere ad un sistema infrastrutturale fortemente interconnesso, articolato come rete di corridoi plurimodali (strade, ferrovie, via navigabili), affiancati tra loro e reciprocamente ubicati all'interno di centri di interscambio opportunamente razionalizzati e potenziati; ciò allo scopo di creare le condizioni oggettive per il maggior trasferimento possibile delle merci dalla strada alle ferrovie e alle vie navigabili interne e marittime”. Una via obbligata: “Di fronte all'enorme e continua crescita della mobilità di uomini e merci - spiega e conclude Castiglione - la realizzazione di infrastrutture efficienti e sostenibili dal punto di vista ambientale è una necessità primaria per lo sviluppo economico, per la qualità della vita e per la sicurezza dei cittadini”.

 

Il presidente della Provincia Giuseppe Castiglione nel corso della conferenza stampa del 13 novem­bre ha eviden­ziato i passaggi salienti che consen­tiranno di intervenire con opere definitive su una am­pia fetta della rete stradale provin-ciale. I lavori interesseranno tutto il territorio provinciale e in particolare le strade chiuse da tempo al tran­sito e quelle molto trafficate.

Gli interventi punte­ranno: all’eliminazione delle condizioni di pericolo della rete viaria secondaria e alla sua messa in sicurezza per ridurre l’inci-den­talità; alla capacità di miglio­ramento delle condizioni di accessibilità con parti­colare riferi­mento alle aree interne ad a quelle funzionali agli interventi program-mati ed in corso di attuazione per lo sviluppo locale e per le aree produttive; all’omoge­neizza­zione degli stan­dard pre-stazio­nali della rete; al migliora­mento delle interconnessioni con la rete viaria primaria e conseguentemente con i poli di scambio inter­mo­dale.

Ad oggi la rete stradale della Provincia regionale di Catania risulta costituita da circa 2.150 chilometri, articolata in Strade provinciali, Strade regio­nali (ex Trazzere) e strade ex ESA, Consortili etc.

Il 2% dell’importo complessivo di 52.500 milioni di euro, è già disponibile nelle casse dell’Ente, l’8% dell’importo sarà a disposi-zione alla consegna dei lavori e la restante quota sarà accreditata negli stadi di avanzamento dei lavori.

Fra i 101 interventi previsti dal Piano per la rete viaria secon­daria, quattro interessano il ter­ritorio bron­tese con diverse priorità:
8 - Strada regionale Bronte-Passopaglia-Saragod­dio. Progetto degli interventi per il ripristino della sede stradale (1.300.000 euro);
21- Strada di bonifica “Bronte Stuara Santa Vene­ra”. Sistemazione movimenti franosi dal Km 1+400 al Km 3+500 (2.400.000 euro);
63 - SP 94 Bronte-Adrano. Lavori di consolida­mento della sede stradale e collocazione di opere di protezione (1.500.000 euro);
83 - Lavori di manutenzione straordinaria della SP 94 Bronte-Adrano (645.517 euro).



13 Ottobre 2008

PROVINCIA: SI PRESENTA OGGI LA TERZA EDIZIONE DEL PREMIO DEDICATO ALLO SCOZZESE CHE MORÌ A MANIACE

«William Sharp», l’Italia vista dai poeti inglesi

Nella sala stampa della Provincia regionale di Catania è stato presentata la terza edizione del “Premio letterario William Sharp - un Celta nella Terra dei Nelson”. Nel corso dell’incontro si è parlato anche di “Maniace between Sicily and Scotland”, uno scambio culturale con la Scozia. Erano presenti l’on. Giuseppe Castiglione, presidente della Provincia regionale di Catania, Nello Catalano assessore alle Politiche culturali, il consigliere provinciale Nunzio Parrinello, l’assessore comunale di Maniace Antonino Galati, il docente di lingua inglese all’Università di Catania Iain Halliday e Giuseppe Sanfilippo Frittola, presidente della Pro Loco di Maniace.

Il premio, intitolato al poeta e scrittore scozzese William Sharp che a Maniace è sepolto, è rivolto agli studenti degli istituti di istruzione superiore e delle università. Il concorso consiste nella traduzione di una poesia a tema dall’inglese all’italiano. Il tema di questa terza edizione del premio è: “l’Italia vista dai poeti di lingua inglese”. Ai primi sei classificati andranno premi in denaro (1.000 euro per il vincitore fino a 250 per il sesto classificato). Il lavori partecipanti al concorso dovranno pervenire nella sede della Pro Loco entro il 15 novembre 2008.

Per rafforzare il legame di Maniace con la Scozia il 16 ottobre a Edimburgo si svolgerà una giornata di studi (iniziativa resa possibile grazie al contributo della Regione siciliana, della Provincia regionale di Catania e dell’Istituto Italiano di Cultura di Edimburgo).

Il tema della giornata sarà: “Maniace between Sicily and Scotland”. Sono previsti gli interventi di Gabriele Papadia de Bottini (console generale d’Italia per la Scozia e l’Irlanda del Nord) e di Luigino Zecchin (direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Edimburgo) con l’introduzione di Davide Messina (dell’Università di Edinburgo) e relazioni di docenti universitari (Iain Halliday e Alexander Hutchison) e di Giuseppe Sanfilippo Seguirà una degustazione guidata di prodotti tipici siciliani.



Luglio 2008

PRIMO BILANCIO DEL PRESIDENTE GIUSEPPE CASTIGLIONE

«Lavoriamo a pieno ritmo per dare ai cittadini le risposte adeguate alle loro esigenze»

Giuseppe Castiglione«Sono trascorsi 60 giorni dal mio insediamento ufficiale alla Provincia, al quale ha fatto seguito la nomina della “squadra” di assessori e, più recentemente, dei vertici della struttura burocratica. Nonostante il periodo estivo stiamo lavorando a pieno ritmo per dare ai cittadini le risposte adeguate alle loro esigenze. Per quanto riguarda la pubblica istruzione e l'edilizia scolastica, ad esempio, gli uffici sono impegnati al massimo per consentire un avvio delle lezioni quanto più sereno possibile, pur essendoci delle carenze storiche che certo non potranno essere risolte in un mese.
E ancora, la carenza d'acqua, soprattutto nei comuni di villeggiatura, e il carente servizio di raccolta dei rifiuti sono stati già oggetto di intervento da parte della Provincia, affinché i disagi e le conseguenti precarie condizioni igieniche non si ripetano nelle prossime stagioni estive. La prima priorità è, comunque, pensare ai turisti ed ai cittadini che stanno vivendo il meritato periodo di ferie, tra le note difficoltà economiche che nella nostra realtà hanno una rilevanza ben maggiore. La tutela dell'ambiente e il contrasto agli incendi boschivi sono iniziative che in questo periodo hanno una rilevanza sociale, ma anche di sicurezza.
Per questo abbiamo finanziato un servizio antincendio estivo (attivo tutti i giorni sino al 10 settembre), che vede in azione due squadre miste di Vigili del fuoco (una su Caltagirone e l'altra sul Catanese), composte sia da professionisti sia da vigili volontari, iscritti nell'Albo speciale del Ministero dell'Interno; e un servizio di sorveglianza aerea per individuare tempestivamente gli eventuali, focolai, con l'ausilio di velivoli ultraleggeri messi a disposizione dall'Associazione di volontariato della Protezione civile di Adrano.

Per le zone balneari, anche quest'anno la Provincia, con la collaborazione delle associazioni di volontariato di Protezione civile, mette in atto il servizio “Spiagge sicure”, con il supporto di autoambulanze e presidi medico-sanitari. Il servizio è attivo sino al 7 settembre in tre punti della costa jonica: la Plaia di Catania, la frazione acese di Stazzo e il lungomare di Fondachello.

Per i turisti e per coloro che a Ferragosto restano in città la Provincia offre occasioni di svago e intrattenimento in molteplici località tra le quali: fiera dell'artigianato di Aci Catena, Feste medievali a Motta S. Anastasia e a Calatabiano, Torneo di tennis a Trecastagni, “Stelle e lapilli” a Nicolosi, spettacoli a Stazzo, Mascali, Fondachello, Militello in Val di Catania, Paternò.
E, allora: buone ferie a tutti. In serenità e relax, al mare o in montagna, per riscoprire una passeggiata nel centro storico o uno dei tanti musei d'arte, di natura e di storia, in una delle tante splendide località che questo territorio offre».

Giuseppe Castiglione
Presidente della Provincia regionale di Catania


HOME PAGEPowered by Associazione Bronte Insieme Onlus