Home Page

Le ultime dalla Politica brontese

  Gennaio / Maggio 2008

Ti trovi in: Home-> News da Bronte-> Ultime dal Comune

News mesi precedenti ~ seguenti


18 Maggio 2008

Dopo l'adozione da parte del consiglio e le osservazioni dei cittadini, la Regione lo aveva ritenuto irregolare.

Riparte l'iter del Prg

Sembrano risolti tutti i problemi

Firrarello: “La Città ha bisogno che la Regione approvi il Prg al più presto”

Riparte l’iter di approvazione del Piano regolatore di Bronte dopo lo stop imposto dal Cru (Comitato regionale all’Urbanistica) che ha richiesto il parere del Genio civile su alcune modifiche apportate dal Consiglio comunale in fase di adozione. Il sindaco, sen. Pino Firrarello ed il presidente del Consiglio comunale Gino Prestianni, infatti, hanno risolto tutti i problemi che fino ad oggi hanno ostacolato l’approvazione definitiva da parte della Regione, ottenendo il si sulle modiche apportate dall’assemblea consiliari in fase di adozione, sia del Genio Civile sia dei parchi dell’Etna e dei Nebrodi. “L’Assessorato regionale al Territorio ed Ambiente – dice Prestianni – restituendoci gli elaborati ci aveva invitato ad adeguare in tempi brevi il Prg alle prescrizioni del Genio civile e dei due parchi. Personalmente, insieme con l’ing. Salvatore Caudullo, capo dell’ufficio tecnico, ed il responsabile dell’ufficio urbanistica, Nino Saitta, sono andato a Palermo presso l’assessorato dove i dirigenti arch. Anna Rosa Liggio e ing. Mauro Verace mi hanno spiegato che il nostro Prg non è mai stato bocciato, ma che necessitava di alcune autorizzazioni mancanti.” Così, documenti e mappe state inviate agli enti indicati dalla Regione che, non rilevando nulla di irregolare, hanno posto i loro visti. Adesso il Consiglio si dovrà nuovamente riunire per riadattare il piano con i nuovi pareri: “Speriamo – afferma il sindaco – che adesso non si verifichino più intoppi e la Regione approvi un elaborato di pianificazione tecnica importante per la crescita della nostra cittadina.
Oggi, infatti, Bronte è regolato da un piano di fabbricazione che io feci approvare nel 1979, organizzando un’occupazione pacifica alla Soprintendenza di Catania assieme agli artigiani di Bronte. In campagna elettorale avevo promesso il Prg – conclude – ed ormai l’iter sembra essere chiaro e non dovrebbero verificarsi intoppi. Ringrazio l’Ufficio tecnico il presidente del Consiglio per il lavoro svolto. La Città di Bronte ha bisogno che la Regione approvi il Prg al più presto”.


15 Maggio 2008

Saitta succede a Bonsignore alla guida della sezione Fi-Pdl

Cambio della guardia alla guida della sezione brontese di Forza Italia - Popolo della libertà. L'assemblea del partito riunita ha nominato il nuovo coordinatore. Si tratta di Nunzio Saitta, che succede a Mario Bonsignore che ha guidato il partito al lusinghiero risultato ottenuto in occasione delle elezioni regionali. Saitta, 31 anni, consigliere comunale, è stato coordinatore dei giovani di Forza Italia e rappresentante degli studenti all'Università di Catania. «Ringrazio l'assemblea del partito - ha affermato Saitta - per aver ancora una volta hanno puntato sui giovani. Affronto l'incarico con entusiasmo, con l'obbiettivo di ascoltare il più possibile la cittadinanza e rafforzare la partecipazione alla vita politica cittadina». «Lascio la guida del partito certamente in ottime mani - ha concluso Bonsignore -. Al nuovo coordinatore porgo i miei migliori auguri, affinché il partito raggiunga sempre migliori traguardi».


12 Maggio 2008
Previsti strade di collegamento e un sentiero per jogging

Parco di via cav. di Vittorio Veneto

Iniziati i lavori delle aree verdi

L'amministrazione comunale segnala che sono iniziati i lavori di sistemazione delle aree verdi all’interno del parco comunale di via Cavalieri di Vittorio Veneto, vera e propria terrazza sulla città e candidato a diventare il più grande polmone verde all’interno del centro abitato di Bronte. Gli operai dell’Azienda foreste demaniali sono già al lavoro per realizzare i muretti in pietra lavica, sistemare i sentieri pedonali, le panchine ed i cestini, ed individuare le piante e gli alberi tipici di questo versante dell’Etna. Finiti i lavori il Comune provvederà a completare il Parco: “Incrementare le aree verdi di Bronte – dice il sindaco, sen. Pino Firrarello – è un obiettivo di questa Amministrazione. Questo Parco, di conseguenza, non può che assumere una notevole importanza. Non a caso abbiamo stipulato una convenzione con l'Azienda forestale che assicura competenza ed esperienza, come dimostrano i primi lavori che questa sta eseguendo. Alla fine quando sarà completato, Bronte avrà all’interno dell’abitato un angolino di architettura rurale e flora simile a quella delle quote più alte del nostro vulcano”.
Completata la prima fase dei lavori, il Comune realizzerà una strada di collegamento interno fra via Cav. di Vittorio Veneto e via Scibilia, un accesso all’area verde da via Milano, la recinzione dell’intera area verde e la manutenzione dei servizi igienici. Al Comune spetta anche l’onere di realizzare l’illuminazione. “Nel rispetto del progetto – dice il capo dell’ufficio tecnico ing. Salvatore Caudullo - realizzeremo quattro circuiti, illuminati da 46 pali di pubblica illuminazione alti 6 metri ciascuno”. All’interno dell’area verde è previsto pure la realizzazione di un percorso salute, un sentiero dove gli sportivi potranno fare jogging fra il verde, lontano dallo smog delle auto, ed ammirando la splendida veduta dei Nebrodi.


6 Maggio 2008
I PRIMI CANDIDATI BRONTESI DELLE PROSSIME ELEZIONI

Bonsignore candidato al Consiglio provincialeMario Bonsignore

Stanno per chiudersi i tempi (il 21 maggio) per la presentazione delle liste per il rinnovo del Consiglio e del presidente della Provincia ed escono i primi nomi di candidati brontesi. Oltre a quello dell’europarlamentare Giuseppe Castiglione, probabile candidato sindaco a Catania, è ufficiale questa volta la candidatura di Mario Bonsignore per un posto nel Consiglio provinciale. Si presenta nella lista del PdL del collegio elettorale di Giarre. E fra i tanti nomi di altri probabili aspiranti ad un posto nel Consiglio provinciale che circolano in questi giorni, la sua è la prima candidatura ufficiale annunciata dai primi manifesti elettorali apparsi nelle strade di Bronte. Bonsignore, funzionario di banca nato a Catania nel 1966 ma brontese purosangue (il padre, Francesco, è stato direttore didattico nelle scuole elementari brontesi), ha studiato al Liceo “Capizzi” dove ha conseguito il Diploma di Maturità Classica. Ha iniziato la sua attività di bancario nella “gloriosa” locale Banca Mutua per passare successivamente al Gruppo MPS, dove è stato il responsabile della gestione risorse umane della Sicilia orientale ed oggi è referente Ambiente e Sicurezza dell’area siciliana dello stesso Gruppo.

Ha iniziato l’attività politica nel 2002 come consigliere comunale (eletto con 146 voti nella lista “Calanna per Bronte”, area FI). Dal 2002 al 2004 da capogruppo della stessa lista e “voce” dell’opposizione fu una vera spina nel fianco per l’allora sindaco on. Salvatore Leanza. E’ stato componente della commissione urbanistica, lavori pubblici e pianificazione territoriale, della commissione elettorale, della commissione per gli esami di abilitazione all’esercizio della professione di “ragioniere commer­cialista” presso l’Università di Catania ed anche componente del Consiglio Regionale dell’A.N.C.I. (l’Associazione dei Comuni). Fra gli incarichi affidatigli meritano menzione quello di presidente dell’Assemblea dell’Associazione Intercomunale fra i Comuni di Bronte, Maletto, Maniace e San Teodoro (dal 2003 al 2006), di componente del Comitato Esecutivo del Parco dell’Etna (dal dicembre 2005) e di coordinatore locale di FI (dal luglio 2007). Sotto la giunta Firrarello è stato anche consulente a titolo gratuito per la valorizzazione del Castello Nelson. Bonsignore si era presentato anche alle precedenti elezioni provinciali (maggio 2003) nelle liste di FI, ma allora non ce l’ha fatta: ha preso a Bronte 1.903 voti, per un totale provinciale di 2.196.


6 Maggio 2008

Portale distretto socio sanitario

Districarsi fra i tanti servizi sociali messi a disposizione dai Comuni di Bronte, Maletto, Maniace e Randazzo che fanno parte del distretto di Bronte, spesso non è facile. A venire incontro ai possibili utenti, adesso c'è il sito www.distrettosociosanitariod15.it, messo in rete per volere dell'assessore Maria De Luca di Bronte che è il Comune capofila. «Abbiamo realizzato il portale – afferma la De Luca - per rendere pubbliche tutte le iniziative ed azioni inerenti i servizi sociali. Il cittadino collegandosi al sito sarà informato sulle normative per accedere i servizi e potrà pure scaricare la modulistica.» Il portale è stato presentato al Comune di Bronte alla presenza, oltre che dell'assessore De Luca, anche del sindaco di Maletto, Pippo De Luca, degli assessori di Randazzo e Maniace, Grazia Emanuele e Nino Cantali e del direttore del distretto sanitario Carmelo Distefano.




24 Aprile 2008

Tra due mesi (il 15 e il 16 giugno prossimi, con eventuale turno di ballottaggio fissato per il 29 e 30) si torna alle urne per il rinnovo, fra l'altro, del consiglio e del presidente della Provincia e dell'amministrazione comunale di Catania. Le candidature dovranno essere presentate entro il 21 maggio, ma già trapelano i primi nomi con l'eurodeputato Giuseppe Castiglione probabile candidato di MpA e FI a sindaco di Catania.

Mpa e Fi, Castiglione per un progetto in Comune

Nel centrodestra, Castiglione aspetta solo l'investitura di Berlusconi

Tutti seduti attorno ad un grande tavolo, per discutere, analizzare, soppesare, calibrare e scegliere i candidati che il 15 giugno scenderanno in campo […]. Su Catania la questione, tendenzialmente, sembra chiusa. Con Lombardo governatore autonomista, Raffaele Stancanelli sarà il candidato alla Provincia, mentre toccherà a Forza Italia il Comune. [...] La forza devastante del risultato del Pdl, e di Forza Italia con Berlusconi in testa su tutti, spinge inevitabilmente verso la scelta, intanto simbolica, dell’uomo che con Angelino Alfano ha gestito questi anni di coordinamento del partito in Sicilia, superando, tra l’altro, ad Oriente anche alcune resistente e il rischio di assorbimento da parte dei lombardiani. Sul tavolo della trattativa, così, il primo nome è quello di Giuseppe Castiglione, vice coordinatore di Forza Italia, ormai uomo forte, con il senatore Firrarello e con un canale apertissimo anche con i vertici nazionali. Si parte da lui, poi si vedrà. Intanto è la conferma di una leadership e di una linea dalla quale è difficile che si esca. Tra l’altro proprio in piena campagna elettorale c’è stata la grande pace tra Lombardo, Firrarello e Castiglione, dopo mesi di guerra. Come dire, discorso riaperto, e si parte da un progetto in Comune.
[...] Si attende che sia Berlusconi in persona a offrire la sua benedizione al giovane vice coordinatore regionale e portavoce a Bruxelles del gruppo forzista. Per Castiglione una promozione sul campo (se finirà così...) con un impegno tutt’altro che facile.
Ma dicono che l’eurodeputato già da qualche anno stia studiando da sindaco. E stretto il patto con il governatore sogna già di far volare Catania. Sarà vero? Il problema è che dall’altra parte ormai ci credono tutti e dopo la batosta delle Regionali e preferiscono non tentare ‘sto decollo estremamente a rischio, non avendo munizioni in aria e contraerea a terra. (da «Salto nel voto», diario elettorale di Andrea Lodato - "La Siciliaweb")


26 aprile 2008

PdL. L'europarlamentare più vicino all'investitura da candidato sindaco. «Grazie a Silvio Berlusconi ora piena armonia nel partito e con Mpa»

«Comune, rilancio possibile», l'ottimismo di Castiglione

Potenza delle elezioni. E dei successi elettorali, quelli già conquistati e quelli sperati. Nel centrodestra è scoppiata la pace: superate le «beghe azzurre» tra fazioni diverse dello stesso partito, archiviate le liti tra «firrarelliani» di Forza Italia e Mpa, ora tutti sembrano puntare in perfetta armonia all'appuntamento di giugno con le comunali e le provinciali. [...] La prossima settimana potrebbe essere decisiva per la scelta dell'aspirante primo cittadino, [...]. «Se io sarò in corsa per Palazzo degli Elefanti - afferma Giuseppe Castiglione - lo stabiliranno i partiti ma anche lo stesso Berlusconi, perchè Catania è una città di primo piano». [...]
Il Comune ai «forzisti» del Pdl, la Provincia a un esponente di «area An». A qualcuno, però, non dispiacerebbe scambiare le poltrone, anche in considerazione delle disastrate condizioni del Comune: «Si tratta di due enti molto prestigiosi», si limita a commentare Giuseppe Castiglione. Quindi, a proposito della macchina amministrativa cittadina e degli ormai famigerati problemi di cassa, l'ex assessore regionale dichiara: «Non conosco bene la situazione, ma penso che esistano tutte le condizioni per governarla bene e rilanciarla.»
A confortare l'europarlamentare in vista dell'appuntamento di giugno è l'analisi del trionfo etneo appena conquistato dal Pdl: «A Catania ormai abbiamo consolidato anche dal punto di vista organizzativo il rapporto con il territorio. Gli elettori hanno premiato da un lato la grande proposta politica di Berlusconi e, dall'altro, una struttura locale ampiamente radicata e prevista, costruita nel tempo». [Gerardo Marrone]

19 aprile 2008

Prato inglese all’ingresso nord di Bronte

Siamo a Bronte, in Sicilia, non certo fra le umide terre della Gran Bretagna, eppure il prato inglese può abbellire le aree verdi pubbliche anche qui da noi, dove il sole del meridione d’estate brucia tutto. O meglio è una scommessa che sta affrontando con energia il Comune, che su esplicito volere del sindaco ha piantato un bel prato inglese in tutte le aiuole e le aree verdi che costeggiano la Ss 284 nel quartiere Borgonovo, all’ingresso nord della cittadina. E così a lavoro completato, l’assessore Damiano Ferrara, ha effettuato un sopralluogo.

“Senza ombra di dubbio – dice – il prato che costeggia la statale rende più bella ed accogliente la nostra cittadina. In verità questo lavoro rientra nei programmi del nostro Sindaco che punta a rendere Bronte più bello e quindi più verde possibile, permettendo la fruizione dei parchi ed abbellendo tutte le aiuole”. A realizzare l’opera un’intera squadra di operai comunali del servizio “Verde Pubblico”, coordinata dal responsabile Francesco Longhitano e dai collaboratori Carmelo Bonanno, Placido Anastasi, Giuseppe Capizzi, Salvatore Castiglione e Luigi Russo. “Hanno fatto veramente un buon lavoro. – conclude l’assessore - A loro adesso il compito di mantenere verde le aree anche durante l’estate”.



17 Aprile 2008
PRONTO IL PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE CONTRO GLI INCENDI BOSCHIVI

Task force contro gli incendi

Adesso Bronte ha un piano di Protezione civile per affrontare con celerità e professionalità gli incendi boschivi che minacciano il centro abitato o gli edifici pubblici sparsi nelle campagne. A redigere il nuovo piano è stato l’Ufficio comunale di Protezione civile, con la collaborazione di alcuni esperti che hanno invidiato nelle campagne ben 24 edifici pubblici che potenzialmente sono a rischio.
“Il piano di conseguenza – affermano l’ing. Salvatore Caudullo responsabile dell’Ufficio tecnico ed il geometra comunale Angelo Spitaleri dell’Ufficio di Protezione civile – avendo già individuato il possibile numero di persone da evacuare in caso di incendio, è in grado di intervenire e di individuare la viabilità da percorrere in sicurezza”. Sono previsti 4 livelli di allerta. A seguito del bollettino emesso da dipartimento nazionale di Protezione civile, infatti vengono mobilitate tutte le forze dell’ordine e le associazioni di volontariato che adesso, grazie a questo piano, si muoveranno in sinergia. All’elaborato finale si è giunti dopo una serie di incontri in Prefettura dove hanno partecipato i Dipartimenti nazionale e regionale della Protezione civile, l’ing. Giovanni Spampinato e l’arch. Lorenzo Capace, rispettivamente responsabile provinciale di Protezione civile e referente per il Comune di Bronte. Il piano adesso sarà approvato dal sindaco, sen. Pino Firrarello, soddisfatto per il lavoro svolto: “Gli incendi boschivi la scorsa estate – ci dice – oltre a divorare il nostro patrimonio boschivo, sono stati causa di morte. Costituire una task force in grado di intervenire con efficacia è un dovere cui non possiamo esimerci, nel tentativo di garantire l’incolumità della nostra gente”.


16 Aprile 2008

«Carburanti: Bronte ora ha bisogno di un piano»

“Bronte ha bisogno di un nuovo piano della distribuzione dei carburanti che guardi anche ai rifornimenti di gpl e metano”. A sostenerlo è il vicesindaco di Bronte, on. Nunzio Calanna che nei prossimi giorni si recherà all'assessorato all'Industria della Regione siciliana per modificare l'attuale piano in vigore. “Abbiamo un rifornimento di carburante - afferma il vicesindaco - sito in piazza Rosario che va dismesso per restituire la piazza del centro storico alla gente. Non è pensabile poi che non vi siano impianti di distribuzione nei pressi dell'area artigianale. Quello che ci preme maggiormente però - continua Calanna - è far istallare in città rifornimenti di gpl e gas metano che permettano agli automobilisti non solo di inquinare di meno, ma di risparmiare”. “Per questo - ribadisce - dopo aver discusso il problema con il sindaco, sen. Pino Firrarello ho già chiesto agli uffici di avviare l'iter necessario per ridisegnare, nel rispetto della normativa vigente, la mappa degli impianti di distribuzione del carburante in città”. [L. S.]


12 Aprile 2008

Apre al Comune lo sportello camerale

E’ stato inaugurato al Comune, il nuovo sportello camerale in grado di rilasciare ogni tipo di certificato, ad eccezione di quello antimafia, prerogativa esclusiva degli uffici catanesi. A richiedere il nuovo servizio a Bronte è stato il neo assessore al commercio Elio Daquino che qualche settimana fa ha inviato una lettera a Palazzo della Borsa a Catania, chiedendo la possibilità di “realizzare un progetto di collaborazione Comune-Camera di commercio che scaturisse nell’apertura dello sportello: “E’ così è stato – ha affermato l'assessore – ringrazio il presidente ed il Consiglio della Camera di Commercio di Catania che hanno accolto la mia proposta. Insieme con il sindaco Firrarello abbiamo raggiunto un altro obiettivo importante, possibile anche grazie al decreto legislativo 15 del 93 ed alle direttive del ministro Frattini che permette ai Comuni di erogare questo servizio. Da sempre, - continua - e non solo i commercianti ma anche gli artigiani, lamentano il fatto di doversi rivolgere a commercialisti o agenzie per ottenere un semplice certificato. Adesso non sarà più cosi. Basta recarsi allo sportello del nostro Comune – conclude - ed ottenere in tempo reale la stessa documentazione”.
Per i commercianti un bel risultato ottenuto anche grazie all’intervento del sindaco, sen. Pino Firrarello: “Al Comune di Bronte - dice – abbiamo già aperto uno sportello dell’Agenzia delle entrate ed uno della Montepaschi. L’inaugurazione dello sportello camerale di conseguenza – conclude - altro non fa che incrementare i servizi offerti al territorio”. A gestire il nuovo servizio saranno gli impiegati comunali Carlo Scaravilli e Carmela Longhitano, coordinati dal dirigente Nino Ninio. Il Comune, inoltre rilasciando i certificati, avrà l’onere di riscuotere i diritti camerali che poi verserà alla sede centrale: “A tal proposito – aggiunge l’assessore al Bilancio Luigi Putrino – ho fatto inserire nel bilancio del Comune un’apposita voce sia in entrata sia in uscita, garantendo così la massima trasparenza”.


10 Aprile 2008

L'allacciamento alla rete fognaria era stato promesso a gennaio 2006. A luglio erano stati consegnati i lavori per l'allacciamento di via Cilea

La fognatura nelle vie De Nicola e Pergolesi

I residenti attendevano questi lavori da tempo e finalmente i caterpillar hanno cominciato a scavare per realizzare la rete fognaria in via Pergolesi e De Nicola, due vie di Bronte dove i residenti fino ad oggi sono stati costretti a scaricare nei tradizionali pozzi neri, che ovviamente periodicamente devono essere ripuliti. Una situazione inaccettabile che il sindaco Firrarello e l’assessore al Lavori Pubblici Pecorino hanno voluto risolvere, stanziando 80 mila euro per realizzare i lavori.
“Colleghiamo alla rete fognaria principale – dicono il sindaco e l’assessore – gli scarichi di via De Nicola, dove abitano circa 30 famiglie e dove erano necessari anche dei lavori di sistemazione della carreggiata e del manto stradale, che approfittando dello scavo, rifaremo completamente, risolvendo anche i problemi derivanti dalla raccolta delle acque piovane. Gli operai – continuano – stanno scavando anche in via Pergolesi per realizzare la rete fognaria che collegherà alcune vie di contrada Sciarotta, come via Milazzo e via Toledo, dove risiedono più o meno 50 famiglie. Anche qui i residenti fino ad oggi hanno scaricato nei pozzi neri, sobbarcandosi il costo dell’espurgo. Una situazione non più tollerabile – concludono - che con fondi esclusivamente comunali abbiamo risolto”. A progettare le nuove fognature e seguire gli scavi il geometra dell’ufficio tecnico, Francesco Messineo, che sta seguendo i lavori anche con l’intento di velocizzare il più possibile i tempi e limitare i disagi.


10 Aprile 2008

7000 EURO FINANZIATI DALLA REGIONE

A giugno la fiera dei prodotti tipici brontesi

L’assessorato alla Cooperazione della Regione siciliana ha assecondato le richieste dell’assessore al Commercio, Elio Daquino, finanziando 7000 euro per la realizzazione della fiera dei prodotti tipici locali, che si realizzerà a giugno. Daquino, infatti, aveva inviato all’assessorato una richiesta che l’on. Beninati ha ritenuto opportuno accogliere. “Ringrazio l’assessore per aver assecondato la mia richiesta. – afferma l’assessore – I prodotti tipici locali rappresentano per questa terra non solo un valore per l’economia, ma raccontano la nostra storia ed impreziosiscono di sapori unici la cucina dell’Etna. Per questo – continua - quest’anno intendiamo offrire la più ampia vetrina possibile ai nostri prodotti tipici, in una fiera che, grazie anche alla Regione ci permetterà di raggiungere gli obiettivi sperati”.


9 Aprile 2008

Gli alunni del Mazzini posano attorno al gonfalone comunaleIl gonfalone del Comune nella scuola Mazzini

Per gli scolari del plesso Mazzini del secondo circolo didattico di Bronte è stato più interessante di una lezione di educazione civica. L’assessore alla Polizia municipale, Luigi Putrino, insieme con il comandante della Polizia municipale Salvatore Tirendi e l’ispettore Antonino Spata, ha portato nelle classi il gonfalone del Comune.

“Lo avevamo promesso ai ragazzi – afferma l’assessore – quando, prima di pasqua, hanno visitato il Palazzo municipale. In quell’occasione però non abbiamo potuto mostrare loro il nostro gonfalone che si trovava da una sarta per essere restaurato. Accorgendoci della loro piacevole curiosità, - continua - abbiamo promesso di portarlo in classe”.

E’ cosi questa mattina il dirigente scolastico, dottoressa Tiziana D’Anna ha ospitato l’Assessore ed il Comandante che hanno anche spiegato il valore ed il significato del gonfalone. “Per i bambini – ha aggiunto il sindaco Pino Firrarello – è stato anche importante accorgersi che il Comune ha mantenuto la promessa. Conoscere i simboli delle istituzioni vuol dire anche imparare a rispettarli, insieme alle leggi che regolano la nostra società”.



8 Aprile 2008

“Lo sciopero dei netturbini non coinvolga Bronte”

“Bronte è in regola con i pagamenti all’Ato rifiuti Joniambiente, non capiamo perché lo sciopero dei netturbini proclamato dalla Cisl per il 18 debba coinvolgere la nostra Città”. A sostenerlo sono gli assessori Maria De Luca e Luigi Putrino: “Comprendiamo le ragioni dei lavoratori che rischiano di non prendere lo stipendio. – afferma l’assessore De Luca – Ragioni che hanno spinto il Comune di Bronte, pur nelle generali difficoltà, a versare quanto dovuto. Adesso noi ci troviamo nella condizione di aver fatto il nostro dovere fino in fondo e, nonostante ciò, subire le conseguenze di uno sciopero che non meritiamo. Per questo rivolgo un appello alle organizzazioni sindacali, affinché, la protesta non coinvolga la mia città”.
Poi l’assessore all’autoparco ed al bilancio Luigi Putrino, che ha partecipato a Giarre all’ultima assemblea dei sindaci, sul nuovo capitolato d’appalto dell’Ato precisa: “Ho ribadito nel corso della riunione la necessità di prevedere un servizio di base omogeneo per tutti, ed un serie di servizi da fornire ai Comuni che ne fanno richiesta. Inoltre ho chiesto che la Joniambiente acquisisca il parco veicoli del Comune già in suo possesso”.


8 Aprile 2008

Corso “Prevenzione delle dipendenze”

Consegnati gli attestati

Con una cerimonia semplice ma significativa, presso la sala consiliare sono stati consegnati gli attestati alle ragazze che hanno frequentato il corso di formazione “Prevenzione delle dipendenze”, organizzato dai Comuni di Bronte (Comune capofila), Maletto, Maniace e Randazzo con la collaborazione del distretto sanitario di Bronte. Per questo alla cerimonia, presieduta dall’assessore alla Solidarietà sociale, Maria De Luca, hanno partecipato il sindaco di Maletto, Pippo De Luca, il vice sindaco di Randazzo, Grazia Emanuele, l’assessore di Maniace, Nino Cantali ed il direttore del distretto sanitario di Bronte, dott. Carmelo Di Stefano.

“Durante il corso – ha affermato l’assessore Maria De Luca – le ragazze hanno acquisito la preparazione necessaria per ascoltare ed aiutare coloro che soffrono per vari disagi. Hanno studiato le tappe dello sviluppo della personalità, le varie tipologie del disagio, le strategie comunicative, la gestione delle emozioni, e tanto altro. Sono in grado quindi di elevare la qualità dei servizi sociali nel territorio. Per questo – conclude - ringrazio il dott. Capizzi e le dottoresse Schilirò, Iozia, Marullo e Toscano per aver dato il massimo durante gli incontri”.



5 Aprile 2008

Regolamenti comunali via Internet

I regolamenti approvati dal Consiglio comunale saranno tutti pubblicati sul sito istituzionale del Comune. Un atto di trasparenza richiesto dall’assessore alla Polizia municipale Luigi Putrino, condivisa dal sindaco Pino Firrarello: “Sul sito del Comune – afferma Putrino – abbiamo già pubblicato un elenco di 55 regolamenti. Di questi 20 sono già consultabili per intero, ma presto tutti potranno essere visionati dal cittadino. Un modo – conclude – per far conoscere ai brontesi le norme che l’ente locale emana per regolamentare la vita della città”.



31 Marzo 2008
CONTRATTI DI QUARTIERE: LA RICHIESTA DI FINANZIAMENTO RISALE AL 2003. I PROGETTI ESECUTIVI ERANO STATI INVIATI A PALERMO A GENNAIO 2008.

Finanziati i 5 milioni di euro per Sciarotta

L'INIZIO LAVORI ENTRO IL 2 AGOSTO

I 54 alloggi popolari della SciarottaIl Dipartimento Lavori pubblici della Regione siciliana ha inviato al sindaco, sen. Giuseppe Firrarello, ed al ministero delle Infrastrutture, la comunicazione dell’avvenuto finanziamento di 5 milioni di euro già approvati per il Contratto di quartiere, presentato dal Comune. Una notizia che oltre a chiudere un iter difficile e pieno di ostacoli, permette al Comune di avviare le procedure per l’affidamento dei lavori. “La primavera porta buoni frutti a Bronte – ha affermato il senatore - grazie al continuo ed incessante lavoro mirato a non far perdere alla mia comunità queste risorse che daranno respiro e lustro ad un grande quartiere che, da periferia, si trasformerà in un moderno quartiere commerciale, con strutture e servizi all’avanguardia”. Firrarello ci ricorda anche come il bando ai tempi prevedeva che solo il 65% delle somme dovevano essere erogate dal Ministero dei Lavori Pubblici, con la Regione siciliana che all’inizio non aveva previsto la copertura economica di propria competenza.

Solo dopo una lunga spiegazione Firrarello è riuscito a convincere il presidente Cuffaro della validità dell’iniziativa: «Solo con i contratti di quartiere – continua – potevano dare a Sciarotta le strutture ed i servizi necessari. Adesso siamo arrivati alla fine dell’iter. Ringrazio il presidente dell’Iacp di Catania, avv. Enzo Gibiino per la sensibilità mostrata nei confronti di Bronte. Faremo il possibile affinché i lavori vengano affidati prima possibile.» Del resto la stessa Regione obbliga il Comune a far iniziare i lavori entro il 2 agosto prossimo. I cinque milioni di euro saranno così impegnati: 3 milioni e 50 mila euro, utilizzati per interventi di edilizia residenziale sovvenzionata, trasformeranno i 54 alloggi popolari dell’Iacp siti a Sciarotta in residenze accoglienti e moderne, dotati di servizi anche all’avanguardia nel settore del risparmio energetico; 290 mila euro serviranno per realizzare un centro di aggregazione nella Chiesa di Sant’Agata; 35 mila euro utilizzati per sistemare i locali pubblici del viale Regina Margherita; con un milione e 165 mila euro, invece, saranno completate le opere di urbanizzazione primaria e con 460 mila euro si effettuerà il completamento funzionale dell’area di via Pergolesi. A spese del Comune il programma prevede anche la realizzazione di tetti fotovoltaici, già realizzati, e la costituzione di un fondo di 80 mila euro da distribuire in forma di contributo a coloro che rifaranno le facciate delle case.


30 Marzo 2008

Bronte, progetto «Dopo di noi» per i pazienti malati mentali

La possibilità di un sollievo per le famiglie, un momento di svago per i pazienti. In sintesi è un po' questo il progetto «Dopo di noi», ideato, in collaborazione con il locale distretto sanitario dell'Asl, dall'assessorato alla Solidarietà sociale del Comune di Bronte che, in qualità di ente capofila per la legge 328, abbraccia i Comuni del distretto socio sanitario di Randazzo, Maletto è Maniace. Il progetto mira a migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da malattie mentali e dei rispettivi familiari, impegnati costantemente nella loro cura ed assistenza.
«Si vuole - ci dice l'assessore alla Solidarietà sociale del Comune di Bronte - dare una mano alle famiglie prevedendo che i pazienti, affetti da patologie mentali e riconosciuti dal servizio sanitario nazionale, trascorrano il week and all'interno di una struttura specializzata in grado di garantire personale medico, infermieristico e di animazione specializzata per la particolare patologia. I pazienti – continua - verranno accompagnati al centro alle 8 del mattino di ogni venerdì, rimarranno tutti assieme fuori casa per l’intero week and e poi la domenica alle 16 saranno riaccompagnati dai familiari. Un'iniziativa - conclude l'assessore De Luca - pensata sia per i pazienti, sia per i familiari che per assisterli sacrificano la propria vita». In servizio inizierà dal primo week and di aprile e durerà ben 8 mesi. Il centro specializzato dove i pazienti saranno si trova a Randazzo. Il progetto è stato presentato al Comune di Bronte alla presenza del direttore generale del Distretto, dott. Carmelo Distefano e dei sindaci degli altri Comuni: «Un passo in avanti - conclude l'assessore De Luca - che compiono i Servizi sociali per garantire assistenza a chi ne ha di bisogno».


26 Marzo 2008

Un parcheggio nei pressi dell'ospedale

L'area adiacente a via Lucciola nei pressi dell'ospedale di Bronte, non sarà più data in gestione all'Asl. L'assessore alla Polizia municipale, Luigi Putrino, ha pensato infatti di realizzarvi un ampio posteggio pubblico in grado di ospitare non meno di sessanta automobili.
La proposta è stata condivisa dal sindaco di Bronte, il senatore. Pino Firrarello che, dopo aver acquistato l'area aveva ipotizzato una gestione da parte dell'Asl come posteggio per i dipendenti dell'ospedale. «Fino a oggi dall'Asl non abbiamo avuto risposta alla nostra proposta - afferma l'assessore Putrino - così noi abbiamo pensato di anticipare i tempi e sistemare l'intera piazza al momento in terra battuta».
«Vi realizzeremo un ampio parcheggio - continua lo stesso Putrino - a disposizione di tutti in una zona strategica, perché vicina sia all'ospedale, sia all'Ufficio postale e perché utile anche per raggiungere, con una passeggiata a piedi, le banche di piazza Castiglione e la scuola media». E così ieri mattina l'assessore Putrino, assieme al comandante della Polizia municipale, Salvatore Tirendi, il responsabile dell'Ufficio tecnico, l'ingegnere Salvatore Caudullo e gli assessori Damiano Ferrara, Elio D'Aquino e Pippo Pecorino, ha effettuato un sopralluogo. «Un altro lavoro – aggiunge l'assessore Pecorino - che rende Bronte più bella e anche funzionale. Riqualifichiamo, infatti, una zona degradata e speriamo di mitigare inoltre il problema dei parcheggi nella nostra cittadina».[L. S.]



20 Marzo 2008

CONSEGNATE DA FIRRARELLO AI 23 SINDACI LE SOMME DOVUTE

L'Enel paga i canoni del Bacino imbrifero montano del Salso-Simeto

I sindaci vengono sempre volentieri ai vertici organizzati dal senatore Firrarello, in qualità di sindaco di Bronte. Ma a quello organizzato nei giorni scorsi presso il Municipio, con la crisi economica che attanaglia tutti i primi cittadini dei 23 Comuni del bacino imbrifero Salso - Simeto, sono venuti certamente di corsa. Hanno ricevuto, infatti, direttamente dalle mani del senatore, attraverso un assegno, le somme di 6 anni di canone per lo sfruttamento dei fiumi che l’Enel da oltre 30 anni doveva pagare ai Comuni e che invece sono sempre andate ad impinguare il bilancio del Ministero dell’Economia. Così quando Firrarello si è accorto del problema, con impegno e caparbia volontà ha scovato leggi e normative, per rendere giustizia ai Comuni del proprio bacino.
I sindaci del Bacino imbrifero montano Salso-Simeto“Purtroppo – dice Firrarello – abbiamo potuto recuperare solo gli ultimi 6 anni, il resto è andato perduto, ma da oggi in poi i sindaci faranno attenzione a chiedere le somme ogni anno. E’ stata una battagli dura, ma alla fine grazie ai tutti i sindaci che delegandomi hanno mostrato fiducia, ai tre presidenti delle Provincie di Catania, Messina ed Enna, (i Comuni del bacino imbrifero infatti abbracciano 3 province) e soprattutto al mio collaboratore di Roma, dott. Duilio Panarisi, ed a quelli del Comune Teresa Sapia e Nuccio Spitaleri, è stata fatta giustizia”.

Per raggiungere l’obbiettivo Firrarello ha coinvolto diversi enti come il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e ben tre Ministeri. “Una legge del 53 – continua Firrarello - riconosce una sorta di disagio ambientale ai Comuni dove i fiumi vengono sfruttati dall’Enel per la produzione di energia elettrica, prevedendo una sorta di risarcimento concretato nel pagamento di un canone. Nel nord Italia – continua - questi soldi sono stati versati, da noi invece no”.

“Dobbiamo realmente ringraziare il senatore Firrarello. – hanno affermato all’unisono i sindaci ed in particolare – Pippo De Luca di Maletto e Salvatore Pinzone Vecchio di Maniace – Senza il suo impegno non saremo mai riusciti ad ottenere queste somme. E’ importante soprattutto per i piccoli Comuni che attraverso al voce del senatore sono stati in grado di dare forza alla propria voce”. Alla fine ai Comuni del bacino imbrifero Salso – Simeto sono stati consegnati più di un milione e mezzo di euro cosi ripartiti. Bronte 257.693; Paternò 25.179; Biancavilla 7.546; Adrano 197.092; Randazzo 86.956; Troina 287.755; Cerami 73.574; Centuripe 93.760; Gagliano 45.935; Regalbuto 96.230; Agira 37.960; Cesarò 186.736; S. Teodoro 39.464; Maniace 27.462; Maletto 30.532; Nicosia 99.027; Sperlinga 31.501; Nissoria 10.823; Tortorici 14.054; Longi 26.008; Mistretta 9.692; Capizzi 41.032 e Gangi 17.770.



14 Marzo 2008

Apre uno sportello camerale

Si all’apertura di uno sportello multifunzionale per il rilascio delle certificazioni camerali (commercio, artigianato ed agricoltura) all’interno dell’Urp (Ufficio relazioni con il pubblico). Ne da notizia l’assessore al Commercio, Elio Daquino, che a febbraio, insieme con il sindaco Pino Firrarello, aveva inviato una lettera a Palazzo della Borsa a Catania, chiedendo di potenziare i servizi nella cittadina brontese a favore di commercianti ed artigiani. “Il vertice della Camera di commercio ci ha risposto, – ci dice Daquino – comunicando di accettare la nostra proposta. Così già dalla prossima settimana presso l’Ufficio Urp ci sarà un computer collegato direttamente con la banca dati camerale a disposizione di tutti gli imprenditori iscritti”. “Un grosso passo avanti – conclude l’assessore – nel programma di decentramento dei servizi a favore dei cittadini. Nel nostro Comune già abbiamo uno sportello dell’Agenzia delle Entrate, del servizio Riscossione tributi e quello universitario. Avere anche uno sportello camerale nella cittadina vuol dire aiutare chi fa impresa e produce lavoro”.



10 Marzo 2008

Michelangelo Lo Monaco nuovo segretario provinciale dell'Unscp

Il segretario generale del Comune, dott. Michelangelo Lo Monaco, è il nuovo segretario provinciale dell'Unione nazionale segretari comunali e provinciali (Unscp) di Catania. Lo Monaco, sulla base di un dichiarato programma di rinnovamento dell'azione sindacale della categoria, ha raccolto il consenso unanime dei propri colleghi. Maggiore incisività sul territorio e rappresentatività nelle istituzioni locali e regionali sono le linee guida enunciate dallo stesso. [...] Tra gli impegni imminenti della nuova segreteria provinciale, al rinnovo del comitato direttivo, seguiranno: la costituzione teamwork di segretari con il compito di espletare un'azione di monitoraggio per la corretta applicazione del nuovo contratto collettivo nazionale 2002/2005, siglato lo scorso gennaio, già vistato dalla Corte dei Conti, sottoscritto dall'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (Aran) e l'istituzione di un comitato di garanzia per la tutela, anche giudiziaria, dei diritti della categoria.

«Altri punti programmatici di rilievo, saranno la richiesta all'Assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e delle Autonomie locali di una più estesa applicazione dell'art. 55, comma 1, della legge regionale n. 16/1963 che consente la nomina dei segretari comunali e provinciali quali commissari straordinari negli enti locali e la richiesta di dare concreta attuazione alla convenzione, stipulata, tempo addietro, per l'impiego dei segretari nelle attività ispettive di Comuni e Province. [...]» [Grazia Calanna]



7 Marzo 2008

UN PROGETTO DEL COMUNE PER LA SALVAGUARDIA AMBIENTALE CHE COINVOLGE LE SCUOLE

“Adottiamo uno spazio pubblico”

“Adottiamo un angolo della nostra città”. E’ il progetto organizzato dall’assessore comunale all’Ecologia Maria De Luca intenzionata a coinvolgere le scuole per diffondere il principio della salvaguardia urbana ed ambientale, ogni giorno deturpata dagli scarichi incontrollati di rifiuti di ogni tipo. “Questo progetto – dice – ha un duplice aspetto. Oltre a far capire la necessità di tenere pulita la città e la campagna, intende far riappropriare la gente dei luoghi e degli spazzi pubblici, che così curati dagli stessi cittadini, saranno maggiormente tutelati e protetti”. Per questo l’assessore ha effettuato un primo incontro con i ragazzi della scuola media Castiglione presieduta dalla professoressa Cinthia D’Anna. I ragazzi hanno deciso di adottare gli spazzi attorno la scuola ed il Comune, pulendo le aiuole ed eliminando carte ed erbacce. “Questa è la prima fase del progetto – conclude De Luca – successivamente pianteremo delle piantine per rendere la nostra città più bella e più bella”.


5 Marzo 2008
L'assessore Putrino: “Intervento sociale a favore delle famiglie"

Ridotti i costi delle strisce blu

Abbattuto del 50% il costo dell’abbonamento annuale per posteggiare all’interno delle strisce blu per tutti i commercianti, i dipendenti privati, gli artigiani ed i professionisti che hanno la necessità di lasciare l’auto nel raggio di 100 metri dal posto di lavoro, al pari dei dipendenti pubblici e dei residenti. E' un'iniziativa del neo assessore alla Polizia municipale, Luigi Putrino, che dopo aver ascoltato commercianti e cittadini, gli ausiliari del traffico ed i Vigili Urbani, coordinati dal maggiore Salvatore Tirendi, ha proposto una sostanziale rivoluzione approvata in pieno dalla Giunta municipale. “Il mio – ci dice Putrino - è stato un vero e proprio intervento sociale a favore delle famiglie, prevedendo la riduzione dei costi per tutti i lavoratori, finalmente equiparati ai dipendenti pubblici ed ai residenti”.

Così il costo dell’abbonamento mensile si riduce da 20 a 15 € e quello annuale da 200 a 100 €, mentre quello semestrale costerà 60 euro. Un'altra novità sta nel fatto che per la seconda auto dello stesso nucleo familiare abbonarsi per un anno intero costerà 70 € e per 6 mesi 40. Per tutti i cittadini, invece, il biglietto di mezza giornata da 3 euro è stato ridotto a 2, mentre è stata mantenuta la fermata di cortesia gratuita di 10 minuti.
Anche l’abbonamento mensile per la sosta all’interno del posteggio di viale Catania è stato ridotto per tutti da 30 a 20 euro, mentre per un weekend costerà 6. In piazza Castiglione, inoltre, dalle 8 alle 14 sono tornate le strisce gialle per consentire la sosta dei pulmini scolastici, ma oltre le 14 potranno posteggiare tutti liberamente. “Ogni giorno che passa – afferma il sindaco Pino Firrarello - ci accorgiamo come la sosta limitata a pagamento abbia reso il centro storico più fruibile. Ovviamente la gestione di qualsiasi nuovo servizio può essere sempre migliorata e noi, come vedete, non ci sottraiamo certamente a questo compito, utile per i cittadini”.

STRISCE BIANCHE IN VIA MADONNA DEL RIPARO

Posteggio gratuito in via Madonna del Riparo, a due passi dal­l’ospedale e dall’ufficio postale. A decidere di sostituire le strisce blu con quelle bianche l’assessore alla Polizia municipale, Luigi Putrino. In questa zona quindi si recu­perano altri 15 posteg­gi gratuiti che si sommano a quelli istituiti giorni fa in piaz­za Casti­glione: “Assieme ai Vigili urbani – dice Putrino – abbiamo esami­nato il traffico veicolare nel centro storico, accor­gendoci che in questa via che può essere considerata una parallela di via Um­berto le strisce blu potevano esser eliminate”.


4 Marzo 2008
496 EURO FINANZIATI DAL GAL ETNA

Nuovo look anche per per piazza Giovanni XXIII

Dopo piazza Spedalieri, anche la centrale piazza Giovanni XXIII rifarà il look. Il vice sindaco Calanna ha firmato infatti una convenzione che vede il Gal Etna finanziare al Comune quasi 496 mila euro per rifare la pavimentazione della piazza. A chiedere il finanziamento è stato personalmente il sindaco che ha convinto il responsabile di piano del Gal Etna, dott. Ernesto Del Campo sulla necessità di ridare alla piazza valore e decoro urbano.
“Ho sempre detto - ha affermato il senatore - che avrei reso Bronte più bello e più accogliente attraverso anche dei lavori pubblici. In piazza Spedalieri si lavora già da settimane e presto daremo a piazza Giovanni XXIII l’aspetto che merita, vista la sua posizione all’interno del centro storico”. “La piazza – aggiunge il vice sindaco – si trova a pochi metri dalla nostra Matrice, e può essere raggiunta dal corso Umberto attraverso una stretta scalinata. Rifare la sua pavimentazione vuol dire anche segnare un possibile percorso turistico che dal Corso conduce alla Chiesa Madre e perché no a parte del cuore del nostro centro storico”. Il Comune adesso dovrà redigere un opportuno progetto in linea con le finalità del piano di sviluppo del Gal. Dopo di che si passera alla gara d’appalto.


1 Marzo 2008

INIZIATIVA DELL'ASSESSORE PUTRINO

Si aggiornano i regolamenti comunali

Il regolamento del servizio acquedotto municipale di Bronte deve essere adeguato alle esigenze delle famiglie meno agiate. A chiederlo è l'assessore Luigi Putrino che dichiara: «Occorre modificare il regolamento dell'acquedotto per agevolare gli utenti meno abbienti, attraverso rateizzazioni delle morosità in base al reddito familiare». Putrino, inoltre, ha inviato una direttiva agli uffici competenti, al presidente del Consiglio comunale Gino Prestianni ed al presidente della prima commissione consiliare Giancarlo Luca, per rivisitare tutti i regolamenti e pubblicarli sul sito internet del Comune. «L'obiettivo - conclude Putrino - è di renderli più fruibili a tutta la cittadinanza, per una maggiore trasparenza, così come fortemente voluto anche dal sindaco Pino Firrarello». Il prossimo passo sarà quello di individuare quali regolamenti dovranno essere aggiornati, compito che spetta al dirigente amministrativo insieme con l'ufficio legale, prima della definitiva approvazione da parte del Consiglio comunale.


26 Febbraio 2008

Dalla Regione 200 mila euro per la sicurezza nelle scuole

Gli istituti scolastici rispetteranno tutte le norme di sicurezza. Il sindaco, sen. Pino Firrarello, ha ottenuto dall'assessorato alla Pubblica Istruzione della Regione siciliana, un finanziamento di oltre 200 mila euro per adeguare gli istituti scolastici comunali. «Con questo finanziamento - ci dice il sindaco - adegueremo gli edifici soprattutto alle norme antincendio. Gli interventi interesseranno la scuola media Castiglione, le scuole elementari Spedalieri, Mazzini e Marconi e le due scuole materne De Gasperi e Puccini. Completeremo le opere di adeguamento avviate in questi anni, consentendoci di ottenere i collaudi da parte dei vigili del fuoco». Il progetto è stato redatto dall'ing. Salvatore Borghese, seguito passo passo con il Rup, Felice Spitaleri dell'ufficio tecnico del Comune. «Alla scuola Castiglione - continua Firrarello – realizzeremo due scale antincendio nel rispetto del piano che la scuola ha redatto con noi. Oltre a ciò abbatteremo alcune barriere architettoniche. Una scala antincendio la costruiremo anche presso la scuola elementare Spedalieri».
Negli edifici dove non è perfettamente funzionante verrà rifatto l'impianto idrico antincendio, mentre nel plesso Mazzini verranno tolte le grate nelle finestre. In alcuni istituti, infine saranno rivisti gli impianti elettrici e l'efficienza delle porte antincendio. «Lo abbiamo sempre sostenuto e lo continuiamo a dire - concludono il sindaco e l'assessore alla Pubblica istruzione on. Nunzio Calanna - la nostra attenzione verso il mondo della scuola è massimo. A scuola i nostri ragazzi trascorrono buona parte della giornata e i locali devono essere sicuri». [L. S.]


23 Febbraio 2008

Assegnati gli ultimi sette lotti

Nuovi insediamenti nella zona artigianale

Nuovi insediamenti produttivi nella zona artigianale che, rispettando le previsioni, daranno lavoro a circa 25 persone. Gli imprenditori brontesi, infatti, hanno risposto in massa al bando di selezione dei sette ultimi lotti messi a disposizione nell’area artigianale-industriale di contrada Ss. Cristo. “I criteri di selezione delle aziende – dice Nino Minio, dirigente dell’ufficio – non si basavano solamente sulla solidità e la qualità dell’impresa, ma anche sul numero di nuovi posti di lavoro che avrebbero garantito”. Un criterio voluto con forza dal sindaco, sen. Pino Firrarello, che oltre a rendere Bronte più bella e produttiva, punta ad abbattere gli indici di disoccupazione attraverso la creazione di quei posti di lavoro veri, frutto della crescita dell’imprenditoria privata.
“La zona artigianale per noi – afferma il senatore – rappresenta un valore aggiunto per la crescita a economica ed occupazionale. Per questo stiamo facendo il possibile per arricchirla di quei servizi fondamentali. Le aziende – conclude – rappresentano per Bronte un patrimonio da tutelare e, assicurando loro un luogo idoneo per lo svolgimento delle attività, garantiamo un futuro all’impresa e la certezza del lavoro ai suoi operai”. I settori di intervento delle sette imprese che presto si insedieranno variano dal tessile alla trasformazione di carni fresche. Vi sono poi un’azienda di conservazione di prodotti dell’agricoltura, imprese edili e commercianti di piastrelle, colori per edilizia ed impianti idraulici. Si completano così le aree a disposizione degli artigiani nell’area di Ss Cristo che il sindaco, comunque, pensa già di poter allargare.



21 Febbraio 2008

436 MILA EURO PER REALIZZARE IL PROGETTO «BRONTE IN SICUREZZA»

Quattro interventi per rendere sicura la città

La nuova rotonda di viale CataniaArriva un finanziamento per lavori pubblici mirati a rendere la città più bella e più sicura. Il sindaco ha ottenuto 436 mila euro dall’assessorato al Turismo ed ai Trasporti della Regione siciliana per realizzare il progetto “Bronte in sicurezza”, costituito fondamentalmente da quattro interventi.

Si parte infatti con il “Rafforzamento del centro di monitoraggio” per individuare i rischi presenti sulle infrastrutture stradali della cittadina, per poi porre in essere un “Piano della mobilità e della sicurezza” che guarda anche ai pedoni, la “Riqualificazione e messa in sicurezza dell’ingresso sud del paese dove si intersecano la Ss 284 ed il viale Catania” e per finire la “Riqualificazione del percorso pedonale di corso Umberto”.

“Sicurezza, accessibilità e funzionalità – dice il sindaco Firrarello – sono obiettivi cui puntiamo per dare a Bronte un volto ed un aspetto migliore di quello che oggi ha, con l’intento di rendere la città più vivibile per i residenti e più ospitale per i turisti che vogliono visitare la nostra pinacoteca, conoscere la nostra storia ed i nostri boschi dell’Etna e dei Nebrodi”. “Per questo – continua - ho chiesto agli uffici di redigere opportuni progetti e partecipare al bando che l’assessorato al Turismo e Trasporti ha pubblicato”. Il progetto infatti, è stato redatto dal geometra Lorenzo Longhitano dell’ufficio tecnico comunale coordinato dall’ing. Salvatore Caudullo, mentre il monitoraggio, oltre che dal geometra Longhitano è stato curato dal comandante della Polizia municipale, maggiore Salvatore Tirendi. Scendendo nei particolari da evidenziare la realizzazione dei marciapiedi lungo via Umberto, resa percorribile anche dai portatori di handicap, e soprattutto una grande rotonda all’ingresso del paese che regoli il traffico fra viale Catania e la statale 284.


15 Febbraio 2008
BRONTE SI CANDIDA A SEDE DI CORSI PER LA POLIZIA MUNICIPALE

Scuola di polizia a Bronte?

Bronte si candida ad organizzare corsi di formazione per la Polizia municipale. L’assessore Luigi Putrino ed il comandante dei Vigili, maggiore Salvatore Tirendi, hanno scritto una lettera al “Centro Regionale di Formazione per la Polizia municipale” di Palermo, oltre che all’assessore regionale agli Enti locali, chiedendo che a Bronte si organizzino i corsi. “Tenuto conto – si legge nella missiva – che di recente è stato assegnato all’area di vigilanza ulteriore personale, si chiede a codesto Centro l’organizzazione di appositi corsi. Considerata la sua posizione geografica, – inoltre continuano – questo Comune potrebbe diventare sede decentrata per lo svolgimento delle lezioni, permettendo alla Polizia municipale dei Comuni vicini di partecipare”. L’iniziativa è stata applaudita dal sindaco Pino Firrarello.


12 Febbraio 2008
I BAMBINI DELLE SCUOLE ELEMENTARE E MEDIA POTRANNO FREQUENTARE GRATUITAMENTE QUATTRO CORSI

Il Comune finanzia il progetto "Vi.ve.re."

A Bronte è il mondo del volontariato che, con l’aiuto del Comune, garantirà il “doposcuola” ai bambini. Sei brillanti e preparati ragazzi dell’associazione “Pgs Ardor” di Bronte, presieduta dall’instancabile suor Maria Attardi, infatti, hanno preparato un progetto mirato ad aiutare nello studio i bambini della scuola elementare e media, dando loro anche la possibilità di fare sport e divertirsi. Un progetto che ha riscosso i consensi del sindaco Firrarello e dell’assessore alla solidarietà sociale Luca che hanno deciso di finanziarlo. Si chiama “Vi.ve.re.” che, come ci spiega Barbara Prestianni, che del progetto è responsabile del Laboratorio artistico, è l’acronimo di “Vi Vediamo reagire”: “Ci accorgiamo – dice Barbara – che la società moderna sembra essere carente di valori positivi. Il nostro obiettivo quindi non è solo quello di dare lezioni scolastiche o di far divertire i bambini, ma di impartire nel nostro piccolo lezioni di vita, rappresentando noi stessi un modello da seguire”.

I ragazzi potranno frequentare 4 corsi: quello della “Clauneria” tenuto da Nunzio Antonuzzo e Giuseppe Politi, della “Pallavolo” con l’allenatore Davide Cartillone, del “Laboratorio artistico” curato appunto da Barbara Prestianni, e del “Recupero scolastico” tenuto da Serena Prestianni e Marzia Sapuppo. “La nostra associazione – continua Barbara –si rifà ai principi salesiani e noi non ci limiteremo soltanto al classico far fare i compiti ai bambini, ma permetteremo loro di colmare quelle lacune soprattutto in quei principi di base su cui si poggia la cultura scolastica”. Un progetto che il comune ha sposato in pieno finanziandolo e che ha presentato nella sala consiliare alla presenza di numerosi genitori entusiasti dell’iniziativa.

“Una bella idea che coinvolgerà oltre 100 bambini – dice l’assessore De Luca - che avranno la possibilità di crescere ed imparare in un ambiente sicuro. I volontari che hanno preparato l’iniziativa vanno premiati, perché oltre a studiare all’Università hanno deciso di impegnarsi nel sociale, dando ai genitori di Bronte, l’opportunità di far frequentare questi corsi che con il finanziamento del Comune saranno completamente gratuiti”. “L’ennesima prova del valore dei ragazzi brontesi. – conclude Firrarello – Abbiamo giovani che mostrano valore nel campo della musica, del teatro, dello sport. Parrocchie foriere di iniziative ed associazioni di volontari come la Pgs Ardor che fanno del volontariato e dell’amore verso il prossimo un modello di vita”.


26 Gennaio 2008

I COSTI DEL PROGETTO: 1 MILIONE DI EURO FINANZIATI DALLO STATO E UN MUTUO DI 350 MILA EURO ACCESO DAL COMUNE

Iniziati i lavori di riqualificazione di Piazza Spedalieri

Sono cominciati i lavori per rifare il look a piazza Spedalieri, ovvero la piazza principale del paese, il luogo delle feste e delle manifestazioni importanti. Ruspe e caterpillar sono già in azione ed hanno già divelto piante e i vecchi arredi. Per questo a fare un sopralluogo sulla piazza si è recato personalmente il sindaco, sen. Pino Firrarello, insieme con il geometra Saitta, che ha redatto il progetto avvalendosi della consulenza artistica e paesaggistica dell’arch. Giovanni Longhitano.

“Seguiremo i lavori passo passo – ha dichiarato il senatore – per evitare ritardi, verificare ogni difficoltà e consegnare ai brontesi al più presto una piazza Spedalieri più bella e funzionale”.

I lavori consistono essenzialmente in una ripulitura dello spazio fisico e visivo della piazza dall’ingombro di diversi elementi di disturbo che non hanno valore storico. La superficie della piazza sarà posta su un piano solo, mentre i marciapiedi posti ai lati della piazza saranno lasciati.

“Ai cittadini – aggiunge l’assessore ai lavori pubblici Pecorino – chiediamo pazienza. I lavori, infatti, creeranno disagi alla circolazione”. “Quando i lavori saranno completati - conclude Firrarello – ci accorgeremo che la piazza è stata riportata ai fasti di un tempo, risolvendo anche il problema della raccolta delle acque piovane. Devo ringraziare l’ex ministro Miccichè che, accogliendo la mia richiesta, ha permesso l’erogazione del congruo contributo”. Particolarmente suggestivi i disegni e le riproduzioni virtuali della nuova piazza che mostrano una affascinate visione notturna. La durata dei lavori, la cui consegna è avvenuta a novembre 2007, è prevista in 18 mesi. I brontesi riavranno la loro piazza solo ad ottobre 2009.

PIAZZA FIRRARELLO
Come distruggere un paese e vivere felici
Piazza Spedalieri è il cuore urbanistico, sociale, antropologico di Bronte. Vi convergono le strade che si diramano verso tutte le direzioni; non si può percorrere la via principale del paese senza attraversarla. Vi si affacciano la scuola elementare più antica e il Teatro Comunale. Bene, questo spazio rimarrà per (almeno) 18 mesi...

di Alberto G. Biuso


26 Gennaio 2008
BRONTE, CONSEGNA IN DIECI MESI

Lavori al campo di calcio

e terreno in erba sintetica

Una decina di mesi ancora e il terreno di gioco del campo di calcio del polo sportivo di via Dalmazia a Bronte diventerà verde. Sono stati consegnati, dal sindaco di Bronte, sen. Pino Firrarello i lavori di ristrutturazione dell’impianto sportivo alla società «Co.E.S.I. Srl» di Gangi che si è aggiudicata l'appalto. [...] I lavori con una spesa di 780 mila euro circa prevedono la sistemazione del tappeto in erba sintetica, degli spogliatoi e delle tribune. 




28 Gennaio 2008

Rimpasto nella Giunta Firrarello

ESCONO FIORETTO, PETRONACI E SANFILIPPO. ENTRANO I TRE NUOVI ASSESSORI: ELIO D'AQUINO (FI), DAMIANO FERRARA (FI) ED IL GIORNALISTA LUIGI PUTRINO (UDC), ALLA SUA PRIMA ESPERIENZA AMMINISTRATIVA

Basilio DaquinoHa giurato anche Elio Daquino

Anche il terzo assessore ha giurato. Assente per motivi personali alla cerimonia di giuramento degli assessori Putrino e Ferrara, ieri mattina Elio Daquino (foto a sinistra) neo assessore all’Agricoltura, Artigianato, Commercio ed Urbanistica, ha prestato giuramento alla presenza del vice sindaco, on. Nunzio Calanna e del direttore generale del Comune. “Ringrazio il sindaco per la fiducia accordata. – ha affermato il neo assessore – Una fiducia che impone maggiore responsabilità ed impegno su temi importanti per la crescita sociale ed economica della nostra Bronte. Commercio ed artigianato possono essere sviluppati essenzialmente attraverso la crescita del turismo. Bisogna poi creare – conclude - nuovi sistemi commerciali ed associazionismo tra le imprese”. “Con il giuramento dell’assessore Daquino – aggiunge l’on. Nunzio Calanna – si completa la squadra che il sindaco, sen. Pino Firrarello ha nominato per amministrare questo paese.

Il rimpasto è derivato dal fatto che il senatore ha mantenuto gli impegni assunti in precedenza, impegni che hanno permesso ad una squadra di lavorare serenamente e con efficacia per 2 anni e mezzo e consentirà anche ai tre nuovi assessori di dare il massimo. All’assessore Daquino – conclude auguro un proficuo lavoro”.


Luigi Putrino21 Gennaio 2008

Putrino e Ferrara hanno giurato

Cerimonia di giuramento per due dei tre nuovi assessori nominati venerdì scorso dal sindaco. Luigi Putrino dell’Udc (foto a sinistra) ed il forzista Damiano Ferrara hanno sottoscritto la nomina alla presenza del direttore generale del Comune dott. Michelangelo Lo Monaco, del dirigente dott.ssa Teresa Sapia, del dott. Antonio Paparo e del sindaco Pino Firrarello.

Il terzo neo assessore Elio Daquino, assente per impegni personali presi in precedenza, lo farà al più presto. Presente alla cerimonia l’on. Fabio Mancuso, giunto per augurare buon lavoro all’amico Luigi Putrino.

“Ringrazio i neo assessori per la disponibilità e l’impegno sociale. – ha dichiarato Firrarello, che oltre alle deleghe già annunciate si è riservato anche la Protezione civile - Sono certo che la loro presenza rappresenterà un valore aggiunto per questa Giunta”.

“Devo ringraziare due persone che si chiamano entrambe Giuseppe. – ha dichiarato l’assessore Putrino – Il primo è Giuseppe Firrarello, il secondo è il mio fraterno amico Giuseppe Di Mulo. Se entrambi non avessero mantenuto la parola, io non sarei mai diventato assessore. Del resto sia io sia Di Mulo sapevamo di esserci affidati ad un sindaco che mantiene le promesse. Un ringraziamento – conclude - a tutto l’Udc.

Damiano Ferrara“Sono onorato di ricoprire questa carica, – ha aggiunto l’assessore Ferrara (foto a sinistra) – ringrazio Forza Italia, i miei sostenitori ed il sindaco, cui assicuro il massimo impegno. L’obiettivo è migliorare Bronte socialmente, continuare l’azione di sviluppo per il bene della comunità”. “Siamo onorati che il senatore Firrarello ci abbia voluto nella sua Giunta. – ha concluso Mancuso – Un segnale concreto della volontà di aggregazione fra partiti con la stessa voglia di rappresentare la gente”.


19 Gennaio 2008

Cambio nella Giunta Firrarello

Il sindaco, sen. Pino Firrarello, ha provveduto ad effettuare un rimpasto nella sua Giunta. Agli assessori Antonio Petronaci, Vincenzo Sanfilippo e Mario Fioretto (che aveva già presentato nelle mani del sindaco le sue dimissioni già dal 2 novembre scorso) sono subentrati Basilio Daquino, commerciante di 48 anni, Damiano Ferrara, infermiere professionale di 50 anni e Luigi Putrino, 32 anni, giornalista già Ufficiale dell’esercito.

D’aquino e Ferrara hanno già ricoperto la carica di consigliere comunale nella consiliatura precedente, mentre per Putrino questa è la prima esperienza amministrativa.

Ecco quindi la nuova nuova composizione della Giunta: L’on. Nunzio Calanna resta vice sindaco e si occuperà di Risorse umane e Pubblica istruzione; Maria De Luca continuerà ad occuparsi di Servizi socio assistenziali e Servizi ecologici; deleghe invariate anche per l’assessore Melo Salvia e Pippo Pecorino.

Il primo si occuperà di Servizi innovativi, Qualità della vita, Turismo, Sport, Spettacolo ed Eventi, mentre il secondo di Lavori pubblici e Servizi cimiteriali.

Queste invece le deleghe assegnate dal sindaco ai nuovi assessori:

Basilio Daquino si occuperà di Agricoltura, Artigianato, Commercio ed Urbanistica; Damiano Ferrara di Politiche giovanili, Associazionismo, Servizio idrico-integrato, Servizi tecnico-manutentivi, Verde pubblico, Demanio e Patrimonio e Luigi Putrino di Bilancio, Tributi, Economato, Provveditorato, Autoparco, Polizia Municipale e Trasporto urbano. Il sindaco ha riservato a se le deleghe sul Castello Nelson, la Cultura, il Contenzioso e la Programmazione negoziata.
I tre assessori uscenti erano stati nominati dal sindaco Firrarello subito dopo il suo insediamento nel mese di giugno 2005. Nelle ultime elezioni comunali (15/16 Maggio 2005) si erano presentati in liste collegate alla candidatura a sindaco del Senatore. Nella lista di "Forza Italia", Daquino Basilio detto Elio (riportando 131 voti), nella lista "Firrarello Sindaco" Ferrara Damiano (primo dei non eletti con 183 voti) e in quella di "Nuova Sicilia", Luigi Putrino (aveva riportato 70 voti). Il giuramento è previsto nella mattinata di lunedì 21 Gennaio.

Nelle tre foto a sinistra, gli assessori Daquino (FI), Putrino (UDC) e Ferrara (FI). A destra  l'assessore Daquino e il vice sindaco Calanna e, sotto, l'on. Fabio Mancuso, l'assessore Luigi Putrino, Teresa Sapia, il sindaco Firrarello, l'assessore Damiano Ferrara e il direttore generale del Comune Michelangelo Lo Monaco.



22 Gennaio 2008
BRONTE, MALETTO, MANIACE, CESARO' E SAN TEODORO

Insieme per richiedere finanziamenti

Ogni comune presenterà i propri piani triennali delle opere pubbliche

Cinque Comuni insieme per attingere ai fondi del Por 2007–2013. Sono i Comuni di Bronte, Maletto, Maniace, Cesarò e San Teodoro che hanno partecipato all’incontro che si è tenuto nel Palazzo municipale su richiesta del sindaco, sen. Pino Firrarello e del collega di Maletto, Pippo De Luca, per sancire la volontà ad utilizzare insieme gli strumenti di finanziamento che guardano allo sviluppo territoriale. Così a Bronte oltre a Firrarello e De Luca sono intervenuti il sindaco di Maniace, Salvatore Pinzone Vecchio, quello di Cesarò, Antonio Caputo e di San Teodoro Salvatore Sirna, numerosi amministratori dei vari Comuni, gli uffici tecnici, il dott. Andrea Brogna, project manager del Pit Etna e l’esperto del sindaco dott. Antonio Paparo: “Abbiamo iniziato un percorso che ci permetterà di poter attingere ai fondi del Por. – dice il sindaco - La direttiva formulata dalla Regione siciliana prevede l’obbligo a tutti i Comuni inferiori a 30 mila abitanti di associarsi, al fine di poter richiedere i finanziamenti. a siccome i fondi previsti sono cospicui, l’intero territorio attorno a Bronte non può permettersi di perdere una occasione che permetterà di poter vedere finanziate le opere pubbliche già progettate. Per questo – continua - abbiamo pensato di costituire delle Ats, ovvero associazioni temporanee di scopo, per essere in perfetta regola con le indicazioni della normativa. Noi – conclude ils senatore – guardiamo con attenzione alla possibilità di sistemare le nostre strade ed al riordino urbano, ma ogni Comune effettuerà le proprie scelte”.
I tempi sono stretti e così i sindaci si incontreranno nuovamente lunedì prossimo con i mano i propri piani triennali delle opere pubbliche. Come comune capofila è stato indicato Bronte, anche perché la normativa prevede che questo superi i 10 mila abitanti.



15 Gennaio 2008

LA CERIMONIA ERA STATA PREVISTA A DICEMBRE E POI RINVIATA

Consegnati i lavori per allargare via Indipendenza

Ancora 12 mesi e Bronte avrà una nuova circonvallazione. Il sindaco, infatti, ha consegnato alla ditta Giovanni Frangiamore di Mussomeli, che si è aggiudicato l’appalto, i lavori per allargare via Indipendenza.
“Cominciano lavori importanti a Bronte. – afferma il senatore – Vedi il rifacimento di piazza Spedalieri o questo che prevede l’allargamento di via Indipendenza che ci permetterà di snellire il traffico veicolare nel viale della Regione, ormai troppo ben inserita nel tessuto urbano”. Per allargare questa strada Firrarello ha ottenuto un finanziamento di 980 mila euro.
Attraverso le schede progettuali ci rendiamo conto dei lavori che saranno realizzati. La strada avrà una larghezza di 10 metri, verrà realizzata la fognatura ed una efficiente pubblica illuminazione.

I lavori più importanti riguarderanno l’allargamento del ponte della Fce, oggi così stretto da permettere il transito solo in senso alternato. Via Indipendenza si collegherà con viale Kennedy, a due passi dalla zona artigianale ed all’uscita nord della cittadina.



6 Gennaio 2008

Una bambinopoli in contrada Sciarone

Una bambinopoli sorgerà al posto dei ruderi e dell’immondizia che fino a qualche giorno fa caratterizzava contrada Sciarone, alla fine di via Segantini. E tutto senza pesare eccessivamente sulle casse comunali. Con appena 6000 euro, infatti, il sindaco è riuscito ad abbattere i vecchi ruderi che invadevano l’area e progettare l’istallazione dei giochi per i bambini, che adesso potranno contare su una nuova area giochi in un luogo prima categoricamente vietato perché ricettacolo di rifiuti e ritrovo di randagi. “La riqualificazione urbana del centro abitato – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici, Pippo Pecorino – è uno degli aspetti principali dell’attività amministrativa del nostro sindaco che punta a rendere Bronte migliore e più bella. Per questo, assieme al consigliere Petralia abbiamo fatto il possibile affinché quest’area potesse risorgere. Un grazie – conclude - al geometra Alfredo D’Acquino dell’Ufficio tecnico che ha chiuso l’iter burocratico in tempi brevi”.
Petralia ha poi aggiunto che sono state individuate altre aree da riqualificare, alcune delle quali sono gia state acquistate dal Comune e altre lo saranno appena possibile.



6 Gennaio 2008

FIRRARELLO: “IL 2008 A BRONTE SARA' L'ANNO DELLA CULTURA”

Storia e personaggi di Bronte da valorizzare

Il 2008 a Bronte sarà l’anno della cultura. A promuoverlo è stato il sindaco, intenzionato a coinvolgere la città ed il mondo della scuola in una serie di iniziative culturali. Per questo, alla presenza della dottoressa Francesca Marullo, ha invitato in Comune i dirigenti didattici di tutte le scuole brontesi, coinvolgendoli in alcune iniziative per diffondere cultura e valorizzare storia e personaggi di Bronte.

“Ci sono personaggi illustri nati a Bronte come Nicola Spedalieri – ha affermato il senatore – la cui storia i brontesi sconoscono, quando a Roma il suo monumento capeggia in una piazza. Eppure, per esempio, il nostro sacerdote filosofo occupa in posto di rilievo nel panorama filosofico italiano per le sue giuste idee innovative, che nella seconda metà del 1700 gli procurarono violente critiche e inimicizie da parte dei circoli reazionari e in parte anche moderati. Esiste poi – continua Firrarello – la storia della Sicilia che dobbiamo cercare di inserire nei programmi didattici e la valorizzazione delle locali espressioni artistiche, come quelle che manifestano i ragazzi del laboratorio musicale della scuola media Castiglione che, dopo la scuola, grazie all’amore per la musica, continuano a suonare o nella banda musicale di Bronte o in gruppi di notevole spessore”.



5 Gennaio 2008

Il Comune acquista l’area di via Messina all’incrocio con via Lucciola

Un nuovo parcheggio per l'ospedale

L'area acquistata dal Comune vista da via LucciolaStop al parcheggio selvaggio nell’area di accesso al Pronto soccorso dell’ospedale Castiglione Prestianni, che a volte ha impedito il transito alle ambulanze. Il sindaco, sen. Pino Firrarello, infatti, anche se si tratta di una faccenda tutta dell’Asl, ha deciso di affrontare il problema, acquistando una grande area privata nei pressi dell’ospedale ancora priva di edifici ove realizzare un parcheggio riservato al nosocomio.

“Il problema esiste – dice – e nasconderlo non ci aiuta certamente a migliorare i servizi dell’ospedale. Non è possibile, infatti, che ogni giorno le auto affollino la strada di ingresso fino al pronto soccorso, creando caos, disagi e soprattutto disservizi. Per questo in Comune abbiamo deciso di acquistare l’area di via Messina all’incrocio con via Lucciola, ove realizzare un parcheggio abbastanza capiente che ovviamente sarà principalmente a servizio dell’ospedale. Per questo – continua Firrarello – abbiamo già siglato un protocollo d’intesa con l’Asl per la realizzazione dei lavori. Per costruire un parcheggio – conclude - non ci vuole poi tanto, e quindi mi auguro che i lavori inizino al più presto”.

L’intera area sita in pieno centro è costata 90 mila euro. Soddisfatti anche i consiglieri comunali Salvatore Gullotta e Nino Costanzo: “Il nuovo posteggio – afferma Gullotta – pone rimedio ad un problema che con il sovraffollamento di auto diventa ogni giorno più grave. Il nuovo posteggio sarà utile a tutto il personale medico, paramedico ed anche a coloro che fanno visita ai pazienti. Certamente – conclude – a tutti coloro che hanno difficoltà a deambulare l’accesso in ospedale sarà garantito”. “Per tutti noi che siamo operatori sanitari – aggiunge il consigliere Costanzo – la sosta selvaggia all’interno dell’ospedale fino ad oggi ha rappresentato un serio problema. Che ben venga il nuovo posteggio, affinché dentro l’area dell’ospedale accedano soltanto, le ambulanze ed i medici reperibili chiamati per le urgenze”.



4 Gennaio 2008

INVIATI A PALERMO I PROGETTI ESECUTIVI DEI CONTRATTI DI QUARTIERE APPROVATI AD AGOSTO 2007

Opere pubbliche nel quartiere Sciarotta

Adesso si attende il finanziamento di 5 milioni di euro. Firrarello: Sciarotta si trasformerà in un quartiere commerciale”
Il Comune ha chiuso nei tempi previsti dal protocollo d’intesa l’iter conclusivo dei “Contratti di quartiere”, inviando all’assessorato regionale ai Lavori pubblici ed al ministero delle infrastrutture e dei trasporti i progetti esecutivi delle opere da realizzare. Adesso si attende soltanto il finanziamento di 5 milioni di euro che serviranno a recuperare gli alloggi popolari del quartiere Sciarotta e realizzare una serie di interventi nel popoloso quartiere. “L’art. 6 del protocollo d’intesa – spiega l’ing. Salvatore Caudullo, capo dell’Ufficio tecnico di Bronte e responsabile del contratto – prevedeva la trasmissione dei progetti esecutivi entro e non oltre la fine dell’anno. E’ stato difficile, ma ci siamo riusciti”.

“Ringrazio e mi complimento con gli uffici del mio Comune che hanno chiuso in tempo un iter lungo e che ha riservato tantissimi problemi. – dice Firrarello – Il bando, infatti, prevedeva che il 65% delle somme venissero erogate dal Ministero dei Lavori Pubblici, mentre il 35% doveva concederli la nostra Regione. Purtroppo i progetti siciliani registrarono uno stop poiché la Regione siciliana aveva riservato più o meno 7 milioni di euro, a fronte dei 35 necessari. Per questo fui costretto a spiegare personalmente al presidente Cuffaro l’importanza di questi finanziamenti, convincendolo ad impinguare il capitolo di bilancio”.

Ma vediamo come saranno impegnati i 5 milioni di euro: 3 milioni e 50 mila euro saranno utilizzati per interventi di edilizia residenziale sovvenzionata trasformando i 54 alloggi popolari dell’Iacp di Catania siti a Sciarotta in residenze accoglienti e moderne, dotate di servizi anche all’avanguardia nel settore del risparmio energetico; 290 mila euro serviranno per realizzare un centro di aggregazione nella Chiesa di Sant’Agata; 35 mila euro saranno utilizzati per sistemare i locali pubblici del viale Regina Margherita. Con un milione e 165 mila euro, invece, saranno completate le opere di urbanizzazione primaria e con 460 mila euro si effettuerà il completamento funzionale dell’area di via Pergolesi.

“Quando i lavori saranno ultimati, – conclude il senatore – grazie anche al nuovo supermercato in fase di realizzazione, Sciarotta si trasformerà in un quartiere commerciale”.

News mesi precedenti | seguenti

HOME PAGEPowered by DLC - Associazione Bronte Insieme Onlus

 

CERCA NEL SITO